SMARTROOM

 

SOCIAL MEDIA


 

star - Commissariato Italiano Esposizione Universale di Shanghai 2010

Expo Shanghai: passerella di star al Padiglione Italia

Prosegue il cammino dell’Italia all’Expo di Shanghai: a 10 giorni dall’apertura un grande successo di pubblico consacra il Padiglione italiano come uno dei più visitati e apprezzati di tutta la manifestazione. Oltre 100.000 visitatori ne hanno varcato la soglia, dimostrando grande interesse per tutte le opere esposte; tra le più ammirate le icone dell’industria motoristica italiana – Isotta Fraschini, Ferrari, Fiat 500 – gli abiti degli stilisti e, soprattutto, la sala The Making Of dove gli artigiani di Ferragamo incantano il pubblico con la loro abilità e maestria.

Sono sempre più frequenti le visite di ospiti illustri, a ulteriore conferma della popolarità dell’Italia in Cina e dell’interesse verso la nostra nazione. Sua Altezza Reale Principe Mohamed Bolkiah, fratello del Sultano del Brunei, ha visitato le sale della mostra permanente, accompagnato dal Commissario Generale del Governo per l’Expo di Shanghai Beniamino Quintieri e dal Segretario Generale Maria Assunta Accili. La visita del fratello del sultano è stata seguita dalla visita ufficiale del Vice Presidente del Parlamento Europeo Libor Roucek.

Nel pomeriggio di oggi il Padiglione è stato la meta di Sidney Toledano, Global President Christian Dior Couture, per un tour guidato alla scoperta delle meraviglie della nostra Penisola.

Infine, folla letteralmente in delirio per la celebre star di Taiwan Patty Hou (Hou Pei Cen) – attrice e conduttrice televisiva considerata dai cinesi un vero e proprio idolo – che in serata ha visitato il Padiglione come ospite della Maison Ferragamo, proseguita all’interno della sala The Making Of. I visitatori hanno acclamato e applaudito la star seguendola per le stanze dell’edificio. Patty Hou è rimasta letteralmente affascinata dall’eleganza dell’allestimento e dall’attenzione ai dettagli con cui è stato realizzato ed ha espresso personalmente i complimenti al Commissario Quintieri e al Ministro Accili.